About

Silvia, innamorata dei Balcani dal 1991, quando per la prima volta finì senza saperlo a fare Kajak nell’Isonzo dalla parte slovena e si ubriacò di Pelinkovac. Da allora, non esiste strada che non sia stata battuta.

Sopravvissuta a due anni e mezzo di cooperazione a Bihac, ha ripreso a giracchiare per le strade di sempre, facendo ancora un sacco di domande sullo jugo-mondo.

Annunci
commenti
  1. Dome ha detto:

    Carino il tuo blog sia graficamente che per i tuoi appunti di viaggio.
    Tra laltro anche per me Bihac è come la mia 2 casa molti amici molte storie….

    guarda se vuoi il mio canale youtube ricco di filmati sulla bosnia ed altro

    a dimenticavo conosco la Lucchesi Paola…

    buon proseguimento nei tuoi viaggi balkan….

  2. Nic ha detto:

    Ciao Silvia, è un piacere leggerti…
    l’anno scorso sono stato in Bosnia, dopo anni di innamoramento solo letterario… dopo averla vista il sentimento è aumentato, che quasi mica lo controllo… vorrei tornare, ma in modo diverso. Al primo giro sono stato visitatore, osservatore, ora mi piacerebbe entrare di più nelle cose, ascoltare storie, stringere mani, insomma farmi guidare nella scoperta di qualcosa che solo chi conosce bene quei luoghi può far vedere. Hai suggerimenti? Come si fa a conoscerti!?
    grazie
    un saluto

  3. giorgio ha detto:

    Il blog è molto interessante, un viatico per chi abbia voglia partire per i Balcani, magari anche solo restando in casa. Complimenti. E’ possiible avere una tua mail?

  4. Olga ha detto:

    Ciao Silvia,
    ho trovato per caso il tuo blog googolando “Oluja” e mi sono persa per ore a leggere tutti i tuoi post. Mi hai fatto commuovere perchè scrivi quello che penso anch’io e che non so dire o che nessuno vuole ascoltare.
    I miei genitori sono serbi di nascita (perchè se poi guardi le origini trovi il solito mescolotto …), ma loro e tutta la nostra famiglia continuiamo a sentirci jugoslavi.
    E continuiamo a pensare che la guerra e poi i bombardamenti siano stati un’enorme tragedia strumentalizzata e che tutte le parti in causa dovrebbero vergognarsi per quello che è successo.
    Amo tutta la Jugoslavia e penso che tra le varie presunte “etnie” non ci sia alcuna differenza: quanti miei parenti o vicini in Serbia riconosco nei tuoi racconti!!
    E soprattutto, anch’io amo visceralmente i cevapi! (e la pita? e la sarma?)
    Hvala Silvia, mi hai fatto sentire meno sola

    • cara olga.
      grazie a te!
      come sai meglio di me queste terre sono affascinanti, ingarbugliate, complesse. ma forse lineari, una volta che capisci che sono composte da piani di lettura stratificati e che nulla è scontato.
      giusto oggi, data non banale, perchè ricorre un avvenimento tragico, mi sono comunque arrabbiata, perchè le interpretazioni che troppo semplicisticamente diamo (da questa parte del mondo) alla guerra jugoslava (tutte le guerre degli anni ’90) non vanno oltre la banalità del riportare tutto al piano della guerra religiosa o della guerra etnica.
      la complessità è maggiore. e per mio conto, come in tutte le guerre, voluta da volontà altre (politiche ed economiche) che hanno fatto leva su animi facilmente scaldabili.
      dopodichè, che ci siano stati dei crimini e delle violazioni, questo è innegabile, e trasversale.
      la mia lunga esperienza nella terra dei cevapi mi ha permesso di incontrare persone. non importa l’etichetta. persone. ognuna con la sua storia, i suoi lutti, le sue gioie.
      questo è quello che bisogna guardare.
      questo blog nasce un po’ così. dagli incontri fatti e dalle cose che osservo, da esterna, ma oramai un po’ interna.
      riflessioni in ordine sparso, considerazioni, una ricerca generale di giustizia, che forse è quello che manca di più in BiH oggi.
      ognuno tira l’acqua al suo mulino, questo è ovvio. e la storia la scrivono spesso i vincitori.
      la domanda che mi faccio è: ma chi sono qui i vincitori? perchè io ho la sensazione che in fondo, abbiano perso tutti?
      ecco.

      mangiamoci su una sarma e andiamo avanti a osservare il mondo.

  5. patrick ha detto:

    che peccato non avere scoperto il tuo blog prima di andare a Sarajevo lo scorso maggio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...